Südtirol Online Marketing – WIKU Rubrik

“Ecco come funziona il marketing digitale” di Tobias Rossi – Digital Marketing Manager

 

Il grande aggiornamento di Google: BERT

Da quando RankBrain ha fatto scalpore 5 anni fa, poco è cambiato nella ricerca di Google. Il risultato è ora il “Bidirectional Encoder Representations from Transformers“, o in breve BERT. Stiamo parlando del nuovo algoritmo di Google, che a quanto pare interessa già il 10% delle ricerche in lingua inglese. Secondo Google, la modifica dell’algoritmo rappresenta uno dei più grandi passi avanti nello sviluppo dei motori di ricerca.

La comprensione del linguaggio umano

In un post del blog Pandu Nayak, vice presidente di Google Search, spiega che la maggior parte delle query di ricerca di Google sono ancora ricerche per parole chiave, nonostante il compito principale del motore di ricerca sia da molto tempo quello di rispondere a domande complete.

Il nuovo aggiornamento, BERT, è solo un altro sviluppo del Natural Language Processing (NLP). In breve BERT dovrebbe capire meglio il linguaggio umano. L’algoritmo attribuisce grande importanza al rapporto tra le parole e la loro connessione – per esempio attraverso le preposizioni.

Come influisce BERT sul SEO?

Google non ha ancora indicato alcuna possibilità concreta di ottimizzazione: questo è un aggiornamento per migliorare la comprensione delle query di ricerca. Tuttavia, le imprese e gli operatori di marketing dovrebbero tenere presente che i contenuti dell’indice Google devono essere valutati di conseguenza e che i contenuti dovrebbero pertanto essere creati in modo tale da soddisfare le intenzioni di ricerca degli utenti. Poiché BERT parla “umanamente”, i testi dovrebbero essere scritti nel modo più naturale possibile.

Soprattutto nel settore della ricerca vocale BERT offrirà un grande vantaggio, in quanto le richieste orali contengono solitamente intere frasi. Qui, il nuovo algoritmo può aiutare a comprendere e classificare meglio le query di ricerca complesse.

Nelle prossime settimane le aziende e i fornitori di servizi di marketing dovrebbero quindi tenere d’occhio i cambiamenti di posizionamento del sito web nella ricerca di Google. Per i paesi di lingua italiana BERT non è ancora in uso e non è ancora chiaro quando sarà pronto. Ciò che è chiaro è che arriverà e quello che l’algoritmo ha imparato dalle ricerche anglofone sarà poi in grado di trasferirsi in altre lingue. Così BERT arriverà direttamente ottimizzato a noi.

[email protected]