Südtirol Online Marketing – WIKU Rubrik

“Come funziona il marketing digitale” di Manuel Strobl – Sales

 

I social media sono diventati parte integrante del settore del marketing online. Una strategia di social media ben ponderata gioca un ruolo decisivo anche nel marketing B2B. Una presenza di successo su piattaforme di social media come Facebook comprende naturalmente anche la pubblicità – più precisa è la sua collocazione, meglio è. Per questo motivo le aziende B2B non devono sottovalutare il potenziale della pubblicità mirata.

La pubblicità su Facebook è vantaggiosa anche per le aziende B2B, poiché i rispettivi gruppi target possono essere definiti con precisione e molti utenti possono essere coinvolti. Inoltre, i dipendenti delle aziende B2B utilizzano la piattaforma social media anche nel tempo libero e idealmente si confrontano con la vostra pubblicità.

Definire il gruppo target

Per poter inserire un annuncio su Facebook, la prima cosa che serve è un account separato per il business manager. Qui si possono aggiungere diversi profili aziendali e creare gruppi target. Più preciso è il gruppo target, meglio è. È possibile scegliere tra molte caratteristiche diverse della persona destinataria. Qui è importante lavorare nel modo più specifico possibile. La fascia d’età di un gruppo target B2B non dovrebbe essere troppo ampia e dovrebbe essere di circa 10 anni. Inoltre, il gruppo target dovrebbe essere maschile o femminile e possedere determinate caratteristiche. Solo quando questi punti sono chiaramente definiti, gli annunci pubblicitari possono essere mirati e realizzati con successo.

In termini di obiettivi pubblicitari, il Business Manager di Facebook distingue 3 categorie principali: notorietà, considerazione e conversione. Queste categorie sono subordinate a tutti gli altri possibili obiettivi che influenzano il tipo di conteggio. Qui sorgono le seguenti domande: per quale azione deve essere effettuato il pagamento? Su cosa dovrebbe concentrarsi Facebook – più impressioni o più click? In questa sede si stabilisce anche se l’annuncio B2B debba essere pubblicato anche su Instagram.

Segnalazione e monitoraggio

Non appena gli annunci sono stati inseriti, naturalmente si vuole sapere come stanno andando. Il reporting e il monitoraggio possono fornire informazioni sulle cifre concrete. Questo passo è molto importante per trarre le debite conclusioni. Ma richiede anche pazienza, perché più a lungo vengono inseriti annunci su Facebook e più si prova all’interno di un gruppo target B2B, più si impara a conoscerli.

Quindi gli annunci su Facebook rappresentano una grande opportunità per le aziende B2B. Gli obiettivi possono essere definiti chiaramente e i gruppi target possono essere coinvolti direttamente. In generale, oggi i social media sono indispensabili come strumento di marketing online e devono assolutamente essere integrati nella strategia di marketing di un’azienda.

Cos’è il marketing B2B?

Il marketing business-to-business si riferisce ai rapporti commerciali tra due o più aziende ed è in contrasto con il cosiddetto marketing B2C, che sta per business-to-customer, cioè rapporti commerciali tra aziende e clienti.

[email protected]