Südtirol Online Marketing – WIKU Rubrik

“Ecco come funziona il marketing digitale” di Manuel Strobl – Sales Manager

 

Con le pagine Internet è una cosa del genere: possono essere belle, far venire voglia di vacanze, di un prodotto o di un servizio, ma possono anche essere poco chiare, non curate e quindi insensate. Ma nessun sito web è orribile per natura, qualsiasi sito web può essere salvato (anche se a volte sarebbe meglio ricominciare da capo). Per riattivare un sito web di questo tipo, occorre tenere conto di alcune cose.

Fate un passo indietro e un respiro profondo: si parte

Anche se si desidera aggiustare tutto il più rapidamente possibile, è importante tenere d’occhio il quadro generale e garantire che tutte le basi dell’ottimizzazione siano rispettate. Bisogna concentrarsi sul cliente, aiutarlo a raggiungere i suoi obiettivi e a svolgere i suoi compiti. Inoltre, è necessario effettuare un’analisi della situazione attuale per valutare e pianificare in anticipo la situazione generale. Gli errori del passato, come contenuti errati, aggiornamenti tecnici dimenticati o metadati mancanti, devono essere scoperti. In questo modo possono essere migliorati secondo gli standard odierni. Deve essere elaborata una tabella di marcia per mantenere il progetto sulla buona strada e i progressi ad un livello elevato.

Obiettivi mirati che possono essere realizzati

In seguito, dovrebbero essere fissati obiettivi realistici. Saranno utili relazioni settimanali sullo stato di avanzamento dei lavori. Questi progressi possono essere misurati attraverso un miglior tasso di clic, un miglior posizionamento, un aumento del traffico o anche un tasso di conversione ottimizzato. Passo dopo passo ci si muove nella direzione di un maggior valore commerciale per l’azienda. È importante mantenere sempre sotto controllo i progetti di ottimizzazione. Soprattutto, occorre stabilire delle priorità. Spesso si perde di vista l’obiettivo e ci si concentra sui dettagli invece di tenere d’occhio l’intero progetto.

Come esperti si dovrebbe prendere l’iniziativa, perché quando i clienti commissionano l’ottimizzazione del loro sito web, stanno chiedendo aiuto. Quanto più grande e complesso è il progetto, tanto più importante diventa questo ruolo di leadership – non importa se si tratta di uno specialista SEO, di un account manager o di una persona altrettanto specializzata.

Tenere d’occhio l’obiettivo, attuare il piano

Un cattivo sito web può diventare un buco nero per tempo, risorse, budget e motivazione. In qualità di specialista del marketing digitale, si hanno già pronti vecchi backlog e semplici checklist. In questo modo possono essere definite e mantenute le priorità. Questi superano anche le barriere comunicative e lo sforzo burocratico che possono portare allo stallo dei progetti. Qui possono essere utilizzati anche strumenti gratuiti come “ToodleDo” e “Trello”, che aiutano a gestire progetti per ottimizzare i siti web in modo semplice e chiaro. Non appena si trova un sistema per una migliore gestione del progetto, l’unica vera sfida rimane quella di controllare il completamento dello stesso.

 

[email protected]