Südtirol Online Marketing – WIKU Rubrik

“Ecco come funziona il marketing digitale” di Marita Wimmer – Capo dell’agenzia

 

Un terzo dell’intera popolazione mondiale è nato dopo il 1998 – e la tendenza è in aumento: questo fatto ha spinto la società “OC&C Strategy Consultants” a lanciare uno studio sul comportamento dei consumatori della generazione Z. 15.500 persone provenienti da 4 generazioni e 9 paesi sono state esaminate per mostrare ai commercianti come posizionarsi al meglio in futuro sul mercato. La generazione Z sarà il gruppo di consumatori più numeroso entro il 2020.

La generazione Z vuole esperienze durante lo shopping

Cosa deve cambiare quindi nella strategia di marketing delle aziende? Secondo i risultati dello studio, la generazione Z è più interessata agli aspetti di stile, presentazione del prodotto e sostenibilità, piuttosto che al prezzo e alla qualità di un prodotto. Internet e i social media sono perfetti in questo senso, visto che l’esperienza di acquisto è chiaramente in prima linea in fase decisionale. I rivenditori che riescono ad offrire alla generazione Z una vera esperienza d’acquisto sono un passo avanti. Al contrario, questo significa che le fonti tradizionali d’ispirazione – come la TV e la radio – difficilmente portano a una decisione d’acquisto. Naturalmente questa giovane generazione può ancora essere ispirata, ma Instagram, Pinterest e co. spiccano sicuramente di più.

“Il nostro studio dimostra che la generazione Z, come i Millennials, conduce un’accurata ricerca sui prodotti e sui prezzi. Ma utilizza i canali online dei marchi in modo più intenso rispetto alle generazioni precedenti”

afferma Christian Treiber di “OC&C Strategy Consultants”. I ragazzi stanno online seguendo i loro marchi preferiti, mettendo mi piace e condividendo i loro contenuti. Ciò significa che le aziende devono occuparsi il più rapidamente possibile delle nuove opportunità di interazione e, soprattutto, dei propri canali di social media.

I giovani vogliono rendere il mondo un posto migliore

Un altro importante risultato dello studio è l’alta consapevolezza socio-politica della generazione Z e il suo desiderio di fare qualcosa di significativo. È quindi altrettanto importante che le imprese e i futuri datori di lavoro si occupino di questioni quali l’uguaglianza, il benessere degli animali e la sostenibilità.

La generazione Z è tutt’altro che esigente. I commercianti devono iniziare a mettere in discussione le loro strategie aziendali e di marketing. Per potersi affermare di fronte ad una concorrenza enormemente ampia e in costante crescita, è necessario trovare nuovi modi per conquistare l’attenzione dei giovani utenti.

[email protected]