Südtirol Online Marketing – WIKU Rubrik

“Come funziona il marketing digitale” di Sara Martinelli – Digital Marketing Manager

 

Per rallentare la diffusione del coronavirus, in Italia, come in altri paesi del mondo, sono state adottate misure severe. Tra queste la chiusura straordinaria della stragrande maggioranza dei negozi e le severe norme per ridurre al minimo gli spostamenti della popolazione.

Con l’obiettivo di fornire agli utenti informazioni accurate e affidabili anche in situazioni di emergenza come queste, Google raccomanda a tutti coloro che gestiscono un’azienda di aggiornare il proprio profilo My Business.

Cambiare gli orari di apertura

La vostra azienda è interessata dalla situazione attuale? Allora dovreste aggiornare il vostro profilo My Business. Ad esempio modificare gli orari di apertura o aggiungere altri dettagli alla descrizione. Avete preso ulteriori precauzioni nella vostra azienda? Fornite servizi speciali alla comunità? Potrebbero esserci ritardi? Raccontatelo ai vostri clienti. Gli aggiornamenti appariranno nel vostro profilo aziendale su Google Search e Maps.

In questo modo, gli utenti che cercano la vostra azienda su Google ottengono informazioni aggiornate sui vostri orari di lavoro e non devono spostarsi inutilmente. In ogni caso, è consigliabile aggiornare gli orari di apertura, i numeri di telefono e altre informazioni importanti. Fate attenzione, le modifiche non sempre vengono pubblicate immediatamente, in quanto Google si riserva il diritto di rivedere le informazioni prima di apportarle.

Qual è il momento migliore per fare acquisti?

Oltre all’orario di apertura, Google My Business fornisce altre informazioni utili in tempi di coronavirus. I cittadini possono usare Google per scoprire quando è il momento migliore per fare acquisti. Basta inserire l’indirizzo e il nome del supermercato in cui si desidera fare la spesa su Google. Sul lato destro, la sezione Google My Business vi mostra le informazioni sulle ore di punta e sul traffico all’interno dei negozi. Lì si può anche vedere a che ora ci sono i tempi di attesa più lunghi.

Naturalmente i numeri non sempre corrispondono al 100 per cento, dopotutto Google deve continuare ad aggiornare i dati. Tuttavia, le informazioni sono di solito abbastanza affidabili e possono rivelarsi molto utili. Se si presta attenzione a queste informazioni, è possibile abbreviare il tempo trascorso al supermercato e quindi ridurre al minimo il rischio di infezione.

[email protected]