Südtirol Online Marketing – WIKU Rubrik

“Ecco come funziona il marketing digitale” di Kevin Stark – Sales Manager

 

Non solo nei social media, ma anche su Internet stesso, tutto ruota ormai da tempo intorno alle cosiddette “vanity metrics“, ovvero cifre che suonano bene ma non hanno alcun valore informativo sulle prestazioni di un profilo o di un sito web.

La parola Vanity Metrics sarà probabilmente poco nota alla maggior parte delle persone, ma tutti le conoscono: I pollici in su su Facebook o i dolci cuoricini su Instagram. Hanno cambiato i social media e non necessariamente in meglio. Chiaro che le immagini con molti like hanno più portata e quindi generano ancora più like. Lo stesso vale per YouTube e per i suoi video più popolari. Qui in più c’è che: più viste ha un video, più è probabile che finisca in posizione 1. Ulteriori interazioni come commenti, condivisioni e like giocano un ruolo in più. Tutto bene, ma c’è un problema: a causa dell’avidità di like, la qualità del contenuto spesso non corrisponde più al numero di visualizzazioni.

In breve, la portata e la popolarità dei video o delle immagini possono essere grandi, ma non servire a nessun scopo nel segmento di marketing se manca la conversione. E in realtà manca.

Questo sviluppo è un problema e lo vedono anche gli stessi Instagram e Facebook. Non senza motivo sono stati testati i feed senza mostrare i Mi Piace. Naturalmente, questo può portare a minori interazioni, ma aumenta chiaramente la qualità dei commenti, delle condivisioni e dei like.

Un altro punto da tenere a mente è il modo in cui i contenuti sono condivisi. Per esempio, ci potrebbero essere 50 condivisioni sotto un post di Facebook. Tuttavia, il fatto che sia stato condiviso 500 volte con Facebook Messenger non è visibile.

Passiamo ora alle story: ribaltano davvero tutto. Le storie hanno mostrato come dovrebbe essere realmente. Le interazioni non sono visibili e le reazioni sono private. Ed è questo che le rende così famose. Una comunicazione più spontanea e lo scambio privato sono chiaramente in primo piano.

I social media senza le grandi Vanity Metrics come i numeri di Likes e Follower sono all’inizio insoliti, ma, come potete vedere dal successo delle storie, sarebbero la strada giusta. Perché così verrebbero omessi tutti quei profili che hanno prestato attenzione solo ai numeri e non ai contenuti. Sarebbe un enorme salto di qualità.

Ma per il momento c’è ancora molta strada da fare e le aziende farebbero bene ad iniziare subito a creare contenuti significativi. Naturalmente, i like e i follower sono ancora parte integrante dei social network. Anche questo non cambierà. Ma in futuro probabilmente verrà attribuito molto più valore allo scambio personale, ad un valore aggiunto per gli utenti e alla qualità dei contenuti. Finalmente sarà di nuovo divertente usare le varie piattaforme.

 

[email protected]