Südtirol Online Marketing – WIKU Rubrik

“Ecco come funziona il marketing digitale” di Jenny Plank – Social Media Manager

 

Attenzione, c’è un nuovo concorrente per Youtube, Instagram e Snapchat e si chiama TikTok. L’applicazione cinese ha già 130 milioni di utenti e la sua ricetta di successo è tanto semplice quanto efficace: 15 secondi di brevi video.

Ancora più interessanti dei numeri utente sono alcuni altri dati. TikTok è utilizzato principalmente dalle giovani generazioni, che non hanno voglia di incontrare i genitori e gli insegnanti su Twitter o Facebook. I giovani preferiscono stare da soli e guardare brevi video, secondo uno studio di “Digiday”, per 39 minuti al giorno. In media aprono l’applicazione 8 volte.

Un ulteriore vantaggio di TikTok è il suo ampio raggio d’azione, in quanto non è richiesta la registrazione per guardare i video. Questo è necessario solo per interagire, cioè per mettere like, condividere e commentare. La visibilità è ulteriormente rafforzata dalla condivisione dei video su altri social media.

Le aziende interessate al social media marketing beneficeranno dell’algoritmo di TikTok, perché l’applicazione memorizza gli interessi degli utenti e poi fornisce contenuti. Dopo la registrazione viene presentato immediatamente un newsfeed e gli utenti decidono cosa gli piace e cosa no.

È esattamente in questa direzione che si muoveranno i social media in futuro. Le piattaforme premieranno sempre di più i contenuti rilevanti e presteranno minore attenzione alle dimensioni della community. Questi algoritmi avvantaggiano le giovani aziende con un piccolo budget per il marketing, il cui marchio non è ancora ben consolidato. In collaborazione con un noto influencer che si adatti in modo credibile al marchio e ai prodotti, un’azienda può guadagnare rapidamente popolarità.

Ma ci sono anche alcuni svantaggi su TikTok, dovuti allo stesso algoritmo. Ad esempio, se il video successivo non offre molte novità, l’interesse dell’utente può svanire molto rapidamente. Così la piattaforma vive del fatto che gli utenti debbano fare uno sforzo speciale per ogni nuovo video. Per le aziende questo significa che alla fine del video dev’essere inserita una richiesta di azione, idealmente sotto forma di link a una landing page.

Se si osserva lo sviluppo di piattaforme simili, in futuro ci si può certamente aspettare un mix di gruppi di età su TikTok. Dal punto di vista del marketing si tratta certamente di un vantaggio e probabilmente auspicato anche dalla stessa TikTok. Resta da vedere se l’app arriverà in cima, ma la prima pietra è stata posata.